L’uso del colluttorio nelle malattie parodontali

Per la prevenzione delle malattie parodontali e l’inibizione della placca tra la vasta gamma di collutori presenti sul mercato quelli a base di clorexidina sono di gran lunga i più studiati ed efficaci.
La clorexidina generalmente viene utilizzata in due diverse concentrazioni:

  • 0,20 % per 10 millilitri come terapia di attacco durante il trattamento chirurgico o la terapia parodontale;
  • 0,12% per 15 millilitri come trattamento prolungato;

Il sodio monofluorofosfato e il fluoruro di sodio contenuti in questi collutori in forti concentrazioni svolgono un’azione astringente e anti edematosa sulle gengive, riducendo gonfiori e sanguinamento. Inoltre i composti salini aiutano a combattere la placca batterica. In conclusione, questi presidi antisettici sono necessari sia in corso di terapia delle malattie parodontali sia per il mantenimento quotidiano della salute orale.
E’ importante ricordare che l’uso di un collutorio specifico per parodontite può essere un alleato prezioso per prevenire e contrastare i problemi causati da questa patologia bisogna, però, seguire attentamente le avvertenze e le modalità d’uso del medico per non incorrere in effetti collaterali ed interazioni.

 

 

 

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi