Masticazione: una grande scoperta

In tempi recenti è stato dimostrato che la masticazione potenzia la vigilanza, l’attenzione, la velocità  dei processi cognitivi, la memoria e l’apprendimento.
In sintesi masticare in modo corretto migliora le prestazioni del cervello.
La prima dimostrazione che i segnali prodotti dal trigemino (il nervo preposto alla masticazione) siano in grado di desincronizzare l’attività  elettrica della corteccia celebrale, era stata fornita già nel 1959 dal Prof. Giuseppe Moruzzi, uno dei più illustri neurofisiologi del secolo scorso.
Un esempio può aiutarci a comprendere meglio questa grande scoperta: quando sopraggiunge uno stato di sonnolenza durante la guida notturna, è sufficiente masticare un chewing-gum per migliorare la nostra vigilanza.
Questo studio, a lungo trascurato in Odontoiatria, solo da pochi anni è stato ripreso ed arricchito dalle nuove ricerche in Neuroscienze ed ha permesso di comprendere meglio i processi che sono alla base dell’apprendimento, della memoria e delle malattie neurodegenerative.
Non sorprende, quindi, se oggi i neurofisiologi considerano la masticazione un rimedio non farmacologico per prevenire le disfunzioni ed i declini cognitivi.
La masticazione non simmetrica ma attuata da un unico lato iperattiva l’emisfero corrispondente, creando così uno squilibrio: ecco quindi l’importanza di insegnare a masticare in maniera alternata (dx-sx) non facendo mancare nella propria dieta cibi di consistenza dura.
Oltre a favorire uno sviluppo armonico dell’apparato dentale, questa semplice abitudine evita l’asimmetrica attivazione degli emisferi cerebrali.
Il legame tra masticazione e capacità  cognitive fa si che oggi la neurofisiologia consideri la masticazione un autentico rimedio nel prevenire le disfunzioni e i declini cognitivi. Tanto che alcuni studi hanno dimostrato come la perdita di denti in età  precoce possa essere considerato un fattore di rischio per la Demenza Senile o l’Alzheimer.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi