Via G. Plana, 58 27058 Voghera (PV) Tel: 0383 369629 - 0383 1930324

Otturazione o devitalizzazione, quando è necessario ricorrervi?

Andare dal Dentista per i controlli periodici è fondamentale, ma c’è ancora una piccola percentuale di persone che decidono di fissare un appuntamento solo in caso di forte dolore ai denti; tra i motivi più frequenti di forti nevralgie ci sono sicuramente le carie, che non essendo tenute sotto controllo continuano ad evolversi fino ad arrivare in profondità e quindi al nervo.
Una volta fissato l’appuntamento il Dentista può optare per un’ otturazione o per una devitalizzazione.
La branca odontoiatrica che si occupa di curare i danni generati da carie e traumi, andando a conservare struttura e forma originaria del dente, si chiama odontoiatria conservativa.
L’otturazione è una tecnica che rientra all’interno di questa branca e viene eseguita per rimuovere il tessuto dentale cariato e restaurare i denti colpiti in modo superficiale o moderato; questa procedura garantisce il totale ripristino della struttura del dente cariato.
Quando una carie non curata per tempo ha completamente intaccato lo strato esterno di smalto, trapassato lo strato di dentina e raggiunto la polpa dentale, causando spesso forti dolori, non basta una semplice otturazione per risolvere il problema: è necessario procedere con la devitalizzazione del dente.
La branca che si occupa di questo genere di terapie si chiama endodonzia.
Affinché non si sviluppino conseguenze più serie, come l’insorgenza di ascessi, il Dentista deve intervenire con tempestività e curare l’infiammazione o l’infezione della polpa.
La polpa dentale è un tessuto molle situato all’interno del dente e protetto dagli strati duri denominati dentina e smalto, è formato da tessuto connettivo, nervi, vasi sanguigni e arriva fino alla punta delle radici del dente (apice); quando la polpa si infetta deve essere rimossa, in quanto l’infiammazione non può svanire spontaneamente.
Per evitare questo tipo di situazione è importante non sottovalutare alcuni sintomi che vanno comunicati al proprio Dentista durante i controlli periodici:
. sensibilità prolungata al caldo e/o al freddo
. dolore nella masticazione o quando si tocca il dente
. pigmentazione del dente
. gonfiore della gengiva

Leave Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi