Stress e denti

Digrignare i denti di notte durante il sonno è piuttosto frequente, si tratta di un modo del tutto involontario di scaricare la tensione accumulata durante il giorno che in Medicina prende il nome di bruxismo.
Gli esperti dicono che i casi di bruxismo negli adulti aumentano con l’aumento della tensione e dello stress, dei problemi di lavoro e nell’ambito privato.
Esistono due tipi di bruxismo: uno che si presenta durante il giorno, con problemi posturali, dolori muscolari e mal di testa; l’altro è il bruxismo notturno che si verifica mentre si dorme con un digrignamento inconsapevole dei denti.
I fattori che scatenano questa condizione possono essere di natura odontoiatrica oppure psicologica. Nel primo caso si potrebbe trattare di un imperfetto posizionamento delle due arcate dentali oppure dell’assunzione di posizioni mandibolari scorrette. Nel secondo caso invece ansia e tensione potrebbero essere i fattori dominanti.
Il consiglio è di cercare di rilassarsi e non permettere allo stress di prendere il sopravvento.
Se il problema persiste il vostro Odontoiatra di fiducia confezionerà per voi un bite di riabilitazione il cui impiego d’obbligo, per ottenere un risultato, è quello di portarlo tutte le notti.
Già dopo una settimana al risveglio ci si sentirà più rilassati e riposati senza quei fastidi alla cervicale e alla schiena che prima ci accompagnavano tutto il giorno.

Fonte dati http://www.mentadent.it/

 

 

 

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi